Morto Pennarella, il boss di Un Posto al Sole: era malato da tempo

Antonio Pennarella era malato da tempo ma chi lo seguiva in tv a Un posto al sole, dove vestiva i panni del boss Nunzio Vintariello (nonno del giovane Nunzio Cammarota), come gli estimatori delle sue prove di attore di teatro e di cinema, speravano in un miracolo.
Ma i miracoli non succedono e Antonio se n'è andato a 58 anni, lasciando nel dolore i suoi cari. I suoi funerali si terranno domani alle 11 a Napoli, nella chiesa di via porta San Gennaro. Proprio la malattia aveva costretto Pennarella, e gli sceneggiatori della soap made in Naples, a sospendere le apparizioni di Vintariello su Raitre. Ma, con il suo volto spavaldo, i suoi vitalissimi, la sua voglia di impersonare mille carattteri e storie, Antonio ha fatto molto di più della serie che l'ha reso popolare, formandosi - erano gli anni Ottanta - nella palestra della Galleria Toledo di Laura Angiulli, e sgomitando per trovare spazio sulle tavole del palcoscenico, diretto dalla stessa Angiulli, o al fianco di Carlo Buccirosso.

Nel cinema i piccoli ruoli erano andati inspessendosi, molti i registi napoletani che avevano voluto valorizzare la sua fisicità e la sua capacità interpretativa: nella sua filmografia incontriamo titoli come "Il sogno della farfalla" di Marco Bellocchio, "I buchi neri" di Pappi Corsicato, "Il verificatore" di Stefano Incerti, "Giro di luna tra terra e mare" di Beppe Gaudino, "Lontano in fondo agli occhi" di Giuseppe Rocca, "Luna rossa" e "La guerra di Mario" di Antonio Capuano, "Noi credevamo" di Mario Martone, "Leoni" di Pietro Parolin, "Sodoma - L'altra faccia di Gomorra" di Vincenzo Pirozzi, "Take Five" di Guido Lombardi, "Indivisibili" di Edoardo De Angelis, "Pater familias" di Francesco Patierno, "L'uomo spezzato" di Stefano Calvagna, "Noi e la Giulia" di Edoardo Leo e "Nato a Casal di Principe" di Bruno Oliviero. In tv, oltre a "Un posto al sole" lo abbiamo visto in "Una lepre con la faccia di bambina", "Il maresciallo Rocca", "La squadra", "La nuova squadra", "Provaci ancora prof", "Capri", "Il tredicesimo apostolo", ''La stagione dei delitti", "Il coraggio di Angela", "Il clan dei camorristi", "Squadra antimafia", "Il sindaco pescatore".