Roma blindata per Putin: green zone e tiratori scelti

Roma blindata per l'arrivo del Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin che giovedì in una visita-lampo incontrerà le più alte cariche dello Stato, nonché, il Santo Padre in Vaticano. Sarà proprio San Pietro la prima tappa del tour diplomatico. Ieri pomeriggio al comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica in prefettura sono state messe a punto le prime direttive per garantire la massima sicurezza, dopodiché, in Questura, si stanno susseguendo briefing e riunioni operative che coinvolgono tutte le specialità: dalla Digos, fino alle unità addestrate dai Nocs e ai tiratori scelti, passando per l'ufficio di prevenzione e gli artificieri. Il 4 luglio è anche il giorno dell'Indipendenza americana che si celebra a Villa Taverna, i livelli dell'anti-terrorismo sono al massimo.

Il piano non sarà molto dissimile da quello sperimentato a marzo per la visita del presidente della Repubblica popolare cinese, Xi Jinping e coinvolgerà un migliaio di agenti; Putin sarà tallonato anche da una superscorta personale continuamente informata dal Kgb e da un corteo di auto blindate vigilate a vista da nuclei dotati di armi lunghe AR70/90. Concorreranno alla security garantita da polizia e carabinieri, anche la finanza e i caschi bianchi della Municipale demandanti a interruzioni a vista del traffico al passaggio delle autorità. Questa volta, però, tutto sarà concentrato nell'arco delle 36 ore, con bonifiche, rimozioni, divieti, bus deviati e una green zone entro la quale saranno vietate manifestazioni pubbliche e saranno possibili controlli con metal detector. I provvedimenti scatteranno dalle 19 di mercoledì per poi tornare alla normalità alle 7 di venerdì. La green zone abbraccerà un'ampia parte del centro storico che va da piazza Venezia a piazza del Popolo, ma anche Lungotevere in Augusta, Porta Pinciana, via dei Fori Imperiali, piazza del Campidoglio, fino a Castro Pretorio, Corso Italia, piazza dei Cinquecento e via Merulana. Nella Ztl, inoltre, vi sarà il divieto di trasporto merci e di accesso anche ai veicoli di massa inferiore alle 3,5 tonnellate. Dalle 7 di giovedì saranno chiusi al pubblico il parco di villa Aldobrandini e il giardino del Quirinale. Traffico off-limits e chiusure a soffietto anche nell'area del Vaticano e a ridosso di via della Conciliazione. L'incontro con Papa Francesco è previsto per le 13.30. Le prime misure scatteranno già entro le 13 di mercoledì nei pressi dell'Hotel St. Regis che farà da base per Putin, i suoi accompagnatori e il suo staff, con divieti e rimozioni intorno a piazza della Repubblica e in via Vittorio Emanuele Orlando.