Annamaria Franzoni è libera, cosa successe il 30 gennaio 2002 a Cogne

Fu condannata nel 2008 a 16 anni per l'omicidio del figlio Samuele di tre anni, a Cogne il 30 gennaio 2002. Da qualche settimana Annamaria Franzoni è una donna libera. Il Tribunale di sorveglianza di Bologna ha stabilito che la sua pena è espiata, con tre mesi di anticipo rispetto alle previsioni, potendo usufruire di molti giorni di liberazione anticipata per la buona condotta. Da giugno 2014 era in detenzione domiciliare a Ripoli Santa Cristina, sull'Appennino bolognese. «La notizia ci lascia assolutamente indifferenti, è l'ultimo dei nostri pensieri». Questo il commento di Franco Allera, sindaco di Cogne. I legali spiegano la decisione. «Il raggiungimento del fine pena - spiega all'Adnkronos il legale di Annamaria Franzoni, Paola Savio - non deve suscitare stupore. Si tratta di un calcolo matematico frutto di aver usufruito dei benefici penitenziari di legge che prevedono 45 giorni di sconto di pena ogni semestre di detenzione patito». Dal 2014 Franzoni si trovava ai domiciliari.