San Pietro, il portiere con licenza di gol: segna al 93esimo - VIDEO

Protagonista del turno domenicale di Promozione il portiere Laghezza della Deghi. Con il suo gol di testa al 93 minuto, ha evitato la sconfitta in casa.
Laghezza, dopo essersi formato nelle giovanili del Francavilla Fontana, oggi 30 enne, è un portiere esperto, con un passato in serie C con il Catanzaro e un buon numero di campionati in serie D con il Grottaglie e il Francavilla. Prima di approdare alla Deghi, Laghezza ha difeso la porta del Casarano e del Novoli dove spesso è stato determinante. A Novoli, durante la gara play out con il Trani, subisce un brutto incidente che rischia di metterlo fuori dal campo con anticipo, ma lui tiene duro fino alla fine e insieme ai compagni conquista la permanenza. Poi il passaggio nella squadra del presidente Paglialunga.

Tornato a segnare dopo l'incidente che gli era costato caro

“Il mio gol e la sconfitta interna evitata, potrebbe segnare la svolta per la Deghi- dice l’estremo difensore Laghezza. Andare in gol in chiusura di partita, è stata una gioia doppia”.
Da cosa è nata l’intuizione per spingersi nell’area avversaria?
“Stavamo perdendo e mancava solo un minuto. Generalmente in queste condizioni, i portieri si spingono in avanti per avere un uomo in più sotto porta. Diciamo che ho avuto un pizzico di fortuna nel trovarmi al posto giusto nel momento giusto, ammette il numero uno. Poi, è seguito il mio gesto tecnico che ha sancito l’importante pari. “
La Deghi soffre ancora.
“Va sottolineato che in dieci gare abbiamo subito 8 calci di rigore. Sono veramente tanti. Dal mio punto di vista, solo 4 dovevano essere assegnati. Questo è uno dei fattori che ci sta frenando. Speriamo di subire meno tiri dagli undici metri in futuro”.
Chi delude ?
“ Nessuno. Stagione molto livellata dal centro classifica in su. Basta un successo per rilanciarsi - conclude Antonio Laghezza.”
Nelle zone calde rimangono ancorati Lizzano e Carovigno. Il pari rinvia la risalita a due formazioni partite per una stagione tranquilla.