Brindisi-Terlizzi: pastrocchio della Figc pugliese. Il presidente Tisci ammette: c'è stato un disguido - VIDEO

Fine della disputa: il Brindisi è campione regionale di Promozione ai danni del Terlizzi (nel video le proteste della panchina del Terlizzi). La società barese, sconfitta al “Fanuzzi” martedì scorso per 2-1 ai supplementari (1-1 al 90’ dopo che la gara di andata si era chiusa sullo 0-0), rinuncia a presentare reclamo nonostante l’accordo firmato il 24 aprile, negli uffici della Lnd, alla presenza, tra gli altri, del presidente Lnd Vito Tisci e dei due presidenti delle società, Giuseppe De Nicolo (Terlizzi) e Antonio Giannelli (Brindisi). In tale accordo si prevedeva l’applicazione delle regole Uefa sui gol segnati in trasferta in caso di parità. L’1-1 del ritorno, quindi, avrebbe premiato il Terlizzi senza la disputa dei supplementari. L’arbitro di gara, però, ha applicato il regolamento pubblicato sul Comunicato ufficiale del 26 aprile che, per errore materiale da parte degli uffici della Federazione, non recepisce l’accordo del 24, citato dalla compagine barese, ma prevede l’assegnazione del titolo, in caso di parità, tramite supplementari e rigori, a prescindere dal numero di reti segnate in trasferta. "C’è stato un disguido - ha dichiarato il presidente del Cr Puglia, Vito Tisci - un refuso nella compilazione del Comunicato del 26 aprile".